Questo sito utilizza i cookie per offrire un servizio migliore ai propri utenti.

itenfrdejasv

Luca Petrini: una vita fumosa

  • Letto 1584 volte
  • Email
  • Print Friendly and PDF
In evidenza Luca Petrini: una vita fumosa
Vota questo articolo
(3 Voti)

Luca Petrini, classe 1974, vive e lavora a Poggibonsi, comune non lontano da Siena.

Il simpatico pilota, che partecipa alla classe 250 Sp su Aprilia, supportato dal Nico Racing Team, ha chiuso al secondo posto il campionato 2015, alla spalle di Linari.

Un grande appassionato, che nella vita di tutti i giorni lavora come spazzacamino, ma che nel tempo libero si dedica al 2 tempi. Luca, potremmo dire che per vivere levi la fuliggine, ma nel tempo libero di diverti a "ricrearla": "Si in effetti è vero – afferma ridendo Luca – mi sono riavvicinato al 2 tempi per passione. Ho iniziato come tutti, con il 125 da ragazzo, ma poi per forza di cose sono successivamente passato al 4 tempi. Per strada è valido, ma non mi dava l’emozione del 2 tempi."

Come sei tornato alla tua vecchia passione?: "La prima moto che ho ripreso è stata un'Aprilia Rs 250, prima serie, ma ad usarla per correre non ci avevo mai pensato." Però la scintilla ti è scattata: "E' stato il mio amico Yuri Frigenti a spingermi. Una volta mi ha portato a vedere una gara dell'Igp, e mi è subito piaciuto l'ambiente. Ho trovato gente in gamba, veri appassionati che ti aiutano quando hai bisogno. Quello che mi piace di questo campionato è la convivenza che si crea tra i partecipanti." Hai iniziato nel 2015 il campionato, in sella ad un'Aprilia Rs 250, come ti trovi con questa moto: "Quella che usavo per strada, la prima serie, l'ho venduta, ed ho preso la seconda versione. Differisce dalla prima in qualche particolare, ha degli accorgimenti migliori, quindi è stata una buona base di partenza per trasformarla in Sp. E poi quelle linee sono bellissime, ricordano le vecchie aprilia da Gran Premio. Come moto mi trovo molto bene, anche perchè alla fine è stata l'ultima 250 2 tempi stradale prodotta, successivamente il segmento è stato interrotto. Anche volendo non c'era molta scelta." Correre in un campionato come questo deve essere una bella soddisfazione: "Si mi diverte molto, infatti non vedevo l'ora che iniziasse la stagione 2016. Se sono qui devo ringraziare il Nico Racing Team e tutti gli sponsor. Mi aiutano tantissimo a sostenere spese che da solo non potrei permettermi..." Che obiettivi ti poni per questa stagione?: "La scorsa stagione sono arrivato secondo, ed era la prima volta,ma per me è stata ugualmente una vittoria personale. Quest'anno punto ad arrivare primo nella 250 Sp....o almeno spero!"