Questo sito utilizza i cookie per offrire un servizio migliore ai propri utenti.

itenfrdejasv

MUGELLO È DI RONZONI, CACCAMO E TESORI

  • Letto 84 volte
  • Email
  • Print Friendly and PDF
  • Video
In evidenza MUGELLO È DI RONZONI, CACCAMO E TESORI
Vota questo articolo
(1 Vota)

Un grande successo alla finale del campionato IGP 2017.

Un round anomalo quello del Mugello. L’alta pressione seguita da una temperatura particolarmente elevata ha favorito un’evaporazione anomala. La nebbia persistente nelle prime ore del mattino, dal venerdì, ha indotto la direzione gara a ritardare l’inizio delle attività di pista. Prove ufficiali ridotte da 20 a 15 minuti, warm up annullato e gara accorciata di due giri. Ma non solo. Finalmente giunti allo start, con apripista la Cagiva 500Gp C594, la gara veniva interrotta dopo solo 2 tornate, per la caduta alla San Donato del bergamasco Roberto Erba. Lieve trauma cranico e clavicola fratturata per lui. Procedura di restart e gara di 5 giri per questo bizzarro 8° round IGP.

Jarno Ronzoni (Aprilia Nico Racing) conquista la hole shot e nonostante aver ricevuto  un “avvertimento” alla Savelli (chiusura dell’anteriore) controlla agevolmente i diretti inseguitori, Alessandro Pozzo (Yamaha) e Roger Heierli (Honda). In effetti il duo italo-elvetico, ha ravvivato l’attenzione generale per una serie di sorpassi e controsorpassi avvenuti alla Bucine e alla Scarperia e alla San Donato. Ottimi crono con best lap personale per loro. Pozzo stampa infatti 2.01.06 e Heierli 2.01.70.

Ronzoni con 6 pole position e 8 primi posti si aggiudica la vittoria del campionato 250Gp 2017 seguito dallo svizzero Roger Heierli, Alessandro Pozzo, Giuseppe Michelotto e da Nicola Laurenzi.

In 125Gp vittoria perentoria per il sedicenne Simone Caccamo in forza al Team Biagioli. Il silenzioso toscano ha controllato la situazione ed ha gestito un vantaggio di qualche secondo su Roberto Marchetti (Honda Academy IGP) oggi wild card. Chiude a podio il romano Michele Forcella (Honda Nava Corse), un ottimo best lap personale, 2.09.10, lo manda a casa contento oltre misura. Peccato per Mirco Modesti (Honda Berga) in quanto il toscano ha avuto un problema alla frizione che non gli ha consentito di riprendere il via della competizione al restart.

Andrea Bergamaschini  matematicamente campione 125Gp 2017 al settimo round, si è limitato a vestire i panni di tecnico di Modesti. Il noto preparatore-pilota ha visto antagonista per tutta la stagione il giovane Caccamo che complice una debacle tecnica ai round 5 e 6 (Misano) e 5 vittorie e molti best lap, non è riuscito nell’affondo finale. Seconda piazza per lui in campionato ed a seguire il romano Forcella. Quarto il costruttore pilota Gabriele Gnani e quinto Mirco Modesti.

Discorso diverso per la 250Sp. Il pluricampione in carica Lorenzo Linari oggi si è imbattuto in una giornata negativa. Il coriaceo toscano è stato sbalzato alla Savelli provocandogli una caduta senza conseguenze. Vittoria di giornata per il genovese Massimiliano Tesori (Aprilia Tesori racing) davanti al forte tedesco Patrick Sauter (Aprilia). Conquista il podio l’inossidabile Mario Parente che con Otello Tesori si sono presentati con grande umiltà e sono stati premiati con delle ottime prestazioni personali. Il campionato viene vinto da Lorenzo Linari davanti a Francesco Canelli (oggi assente) e Massimiliano Tesori.

Un ringraziamento doveroso ai partner tecnici Magigas, Domino Group, Forte, Castrol, e tutti gli official sponsor: Gierre Group, De Carli Giancarlo, Guerra Graziano Autotrasporti.

Ro.Ma.

ANALISI TEMPI CLASSIFICA CLASSIFICA RIEPILOGATIVA
icona pdf  icona pdf icona pdf

Video