Questo sito utilizza i cookie per offrire un servizio migliore ai propri utenti.

itenfrdejasv

Vallelunga è dei giovani

  • Letto 412 volte
  • Print Friendly and PDF
  • Video
In evidenza Vallelunga è dei giovani
Vota questo articolo
(2 Voti)

Con il round 1 si è inaugurato il nuovo format che prevede un programma di gara concentrato su due giorni al posto di tre. Un impegno più concentrato per le maestranze ma che porta sicuramente beneficio a meccanici e studenti impegnati con lavoro e scuola. Dopo le prove libere (tre) del sabato mattina si è arrivati alla prima prova ufficiale di qualifica nel tardo pomeriggio. Il mattino della domenica ha visto scendere in pista i piloti Igp125-250 per la seconda prova ufficiale che ha assegnato di fatto il posto in griglia.

Alle 17.55 lo start con il più lesto il patron del campionato Roberto Marchetti su Aprilia Nava Corse seguito dal campione in carica Jarno Ronzoni su Aprilia Nico Racing. Brutto start per Alessandro Pozzo su Yamaha Team della Madonna. Primo giro in testa per Marchetti, ma la sua gioia dura appena fino alla staccata della “Cimini” dove viene sorpassato dal poleman Ronzoni.

Nello stesso giro il rimontante Pozzo attacca Marchetti alla staccata del “Tornantino” ma nell’incrocio delle traiettorie ha la meglio Marchetti. Il diciottenne torinese non si perde d’animo e alla staccata della “Cimini” entra con decisione e si lascia il Marchetti alle spalle.

Le posizioni restano invariate fino a tre quarti di gara con distacchi tra il duo di testa nell’ordine dei 3-4 secondi. Ma nel corso della settima tornata Ronzoni perde uno dei silenziatori della sua Aprilia nel tratto tra il “Curvone” e la discesa che porta ai “Cimini”, tratto più veloce e impegnativo del circuito romano. Complice il forte vento che ha influito negativamente su tutti i piloti Ronzoni non ha capito immediatamente cosa fosse successo e in soli due settori di pista ha perso circa tre secondi transitando alla chiusura del settimo giro con un ritardo di oltre quattro secondi sulla tornata precedente. Alessandro Pozzo è stato svelto ad interpretare la nuova situazione e con le ultime due tornate a testa bassa conquista la vittoria di questo primo round di campionato.

Alle spalle del duo Pozzo-Ronzoni chiude il podio Marchetti.

Buona prestazione di Daniele Scagnetti Honda, alla sua seconda volta sulla 250Gp gestita in proprio. L’emiliano aveva assaporato in prima qualifica il gusto di arrivare a podio ma in gara non deve aver interpretato al meglio le condizioni meteo per ottimizzare la messa a punto del propulsore. Segue l’inossidabile Giuseppe Michelotto su Honda Tsr a chiudere il quintetto di testa.

In 125Gp il poleman Mirco Modesti gestisce la prima parte di gara con circospezione temendo il diretto avversario Simone Caccamo del Team Academy by Biagioli. Per loro sorpassi al “rallenty” durante il corso del quinto giro proprio per studiarsi ma nel corso della sesta tornata Modesti arrivando alla “Campagnano” interpreta male la lunga curva e un brusco anticipo di apertura “gas” lo proietta in aria lasciando via libera al diciassettenne fiorentino di involarsi verso la vittoria. Nessuna conseguenza fisica per Modesti.

A completare il podio il duo Academy Igp, Alex Scorpaniti e Andrea Campaci. I giovani alfieri del progetto ideato dal moto club Igp2t, si sono dati battaglia e ad ogni tornata si sono sorpassati varie volte attirando l’attenzione degli addetti ai lavori.

Da questa stagione vengono stilate delle speciali classifiche di giornata dedicate ai piloti Wild Card e agli Over. Il podio Wc è composto da Pozzo, Scagnetti e Frigenti (Honda Nico racing). La classifica Over vede al primo posto Ronzoni seguito da Marchetti e Michelotto.

Il prossimo round si disputerà il 16-17 giugno a Pavia sul circuito Tazio Nuvolari di Cervesina nel contesto MotoEstate.

Ro.Ma.


ANALISI TEMPI

icona pdf


GIRI VELOCI

icona pdf


CLASSIFICA

icona pdf


CLASSIFICA CLASSI

icona pdf

Video