Questo sito utilizza i cookie per offrire un servizio migliore ai propri utenti.

itenfrdejasv

NUOVO TEST ACADEMY A LATINA

Si è svolto giovedi 2 agosto 2018 a Latina sul circuito Il Sagittario, un nuovo test conoscitivo del progetto Academy. Un test organizzato all’ultimo momento in modo da prendere una giusta pausa per le vacanze estive e dare modo a tre giovani di testare la 125Gp.

Ha aperto il test Andrea Palleschi di 13 anni. Classe 2004, il ragazzo di Isola del Liri provincia di Frosinone, è iscritto al campionato R125 Cup 4t, ma già da tempo coltiva la passione per il 2t da corsa. Un passato recente in 125Sp per allenamento è approdato in 4t ma non sembra molto soddisfatto. Ha avuto un approccio molto rispettoso della Honda messagli a disposizione e giro dopo giro ha preso la giusta confidenza chiudendo la terza sessione con il best lap di giornata del gruppo in 1.08.25.

Addirittura due ragazze hanno animato il test di Latina, segno che la 125gp piace anche al gentil sesso. Nicole Cicillini, diciottenne di Ladispoli provincia di Roma, e Sabrina Della Manna di Anguillara Sabazia. Iscritta in pianta stabile al campionato Centro Italia 300 ss, Nicole Cicillini monta per la seconda volta in sella alla piccola ottavo di litro e in effetti si è trovata quasi da subito a suo agio. Il suo crono migliore, sul totale di due turni, è stato 1.13.15. Discorso diverso per Sabrina Della Manna. La quindicenne iscritta al trofeo monomarca R300 Cup dopo sole 3 tornate, di cui l’ultima in 1.11.41 prende la strada dei box fermando il suo test. Forse la caduta del mattino (sulla sua R300) e la difficoltà nell’adattarsi alla 125Gp, ha creato un mix di sensazioni negative che l’hanno indotta a rimandare a fine campionato il test sulla 2t.  

Ospite d’eccezione è stato Davide Stirpe, campione italiano in carica della 600ss. Il ventiquattrenne romano sarà nel 2019 il tutor-coach del progetto Academy e in questa occasione ha voluto assistere a questo test in terra laziale per rendersi conto del potenziale del progetto. Dopo un’attenta visione del comportamento dei piloti convocati, Stirpe si è messo in gioco. Passati oltre 8 anni dall’ultima stagione (2010) in 125Gp, Davide si è reso disponibile a rimontare in sella ad una ottavo di litro. Risultato? 11 tornate fermando il cronometro su 1.04.23, niente male per un pilota ormai 4tempista…

Appuntamento per il prossimo test Academy che si terrà a Varano dè Melegari il prossimo 1 settembre 2018.

Caccamo cambia squadra

Simone Caccamo, attuale leader del campionato Igp, cambia squadra. Il diciassettenne fiorentino in forza al team Biagioli Corse con cui ha vinto cinque gare nel 2017 (2° assoluto) e le prime 2 gare del 2018, lascia il sodalizio pistoiese per approdare nel team Academy Igp.

Una decisione sofferta ma a quanto pare obbligata. L’ultima gara del campionato, 3° round di Magione, è stata il teatro della rottura del rapporto tra Simone e il team manager-tecnico Vincenzo Biagioli.

Non ero più in linea con la direzione tecnica dettata dal Biagio, senza alcuna possibilità di essere ascoltato e di far valere le mie convinzioni, ho deciso di comune accordo grazie a mio papà e Roberto Marchetti di lasciare la struttura. Ringrazio la disponibilità di Roberto ad accogliermi nel team interno Academy dove sono convinto di trovare un ambiente più sereno. Questa la dichiarazione di Caccamo.

Roberto Marchetti: Ho lavorato duramente per supportare Simone, ma la sua serenità e tranquillità viene prima di tutto. Questo passaggio nel team interno Academy avviene proprio a metà del campionato e con l’impegno di tutta la squadra cercheremo di mettere in condizione tutti i ragazzi di fare bene.

Segue intervista a Simone Caccamo alla fine del test effettuato a Varano il 28 luglio 2018.

 

ACADEMY: A VARANO IL TEST 2019

Sabato 28 luglio si è svolto a Varano dè Melegari il test ufficiale del progetto Academy Igp 2019. Un test che ha richiesto un’organizzazione particolare per la gestione dei ragazzi minorenni di cui alcuni sprovvisti della licenza Fmi. Il supporto della direzione autodromo è stato fondamentale per il corretto svolgimento del test.

 I primi a scendere in pista sono stati Matteo Pruni (16anni) e Simone Zamboni (17anni). Il sedicenne, forse sottovalutando le potenzialità della Honda 125Gp messagli a disposizione, alla fine del primo giro compie un errore e si ritrova nella ghiaia terminando in quel momento il suo test.  Buona la prova invece per Zamboni. Il savonese, fermo nel 2018 per la cronica mancanza di budget, con uno stile smaliziato porta a casa il best lap di giornata con il crono di 1.19.00.

Alla ripresa dell’attività il primo a scendere in pista è Alessandro Ambrosi  di Perugia (18anni) seguito da Francesca Cagna (14anni) e da Simone Bonamici (13anni). Il trio di licenziati Fmi ha condotto ottimamente il test (3 entrate da 10 minuti per ogni convocato). La piccola cuneese, ascoltati i consigli del box, ha affrontato la terza sessione a testa bassa conquistando all’ultima tornata il best lap del gruppo con il crono di 1.21.90. Per Bonamici un passo costante con il miglior giro in 1.22.10 e per Ambrosi ultima tornata in 1.23.89. Per Ambrosi il traffico in pista è stato più evidente e probabilmente con un pochino di tranquillità sarebbe stato in grado di abbassare ulteriormente il tempo.

Il prossimo test ufficiale si svolgerà a settembre sempre sul circuito Riccardo Paletti di Varano dè Melegari.

Ro.Ma.

MAGIONE E’ DI GNANI E RONZONI

Caldo afoso per il terzo round dell’International Grand Prix disputato a Magione. Start alle 15.20 per la gara più seguita del contesto Coppa Fmi con 23 partenti.

La hole shot è di Jarno Ronzoni con alle spalle Roger Heierli e Daniele Scagnetti. Alessandro Pozzo recupera una pessima partenza e già al primo passaggio recupera sul battistrada. Pozzo, forza l’andatura ma con una manovra azzardata finisce con le ruote sul cordolo interno dell’ultima curva e con un rovinoso high side finisce fuori gara.

Bel duello tra Daniele Scagnetti e Roger Heierli anche se in classifica allo svizzero viene assegnato un ritardo di 20 secondi per partenza anticipata che lo porterà a classificarsi comunque sul terzo gradino del podio.

In 125Gp grande gara di Gabriele Gnani su Mirco Modesti e Andrea Campaci. Gnani ha condotto in testa tutti i 16 giri gestendo con grande freddezza il piccolo vantaggio che aveva sul quindicenne Campaci (Honda Academy Igp). Modesti (Honda-Berga E.E.) ha studiato gli avversari per tutta la gara e con un colpo di reni all’ultimo giro conquista il best lap (1.17.04) e strappa la seconda piazza a Campaci per soli 5 millesimi di secondo.

Pessima giornata per il capo classifica Simone Caccamo. Il nuovo motore montato nella notte precedente non ha posto in condizione il diciassettenne fiorentino di poter competere con i suoi diretti antagonisti.

Peccato per la scivolata della mascotte Manuel Macrelli che lo ha tolto di mezzo anzitempo.

Per le speciali classifiche riservate ai piloti wild card e Over, hanno svettato rispettivamente Scagnetti, Peruzzi, Becker e Ronzoni, Gnani, Heierli.

Appuntamento per il round 4 che si disputerà sul circuito del Mugello il fine settimana del 26 agosto.

Ro.Ma.

CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSI ANALISI TEMPI
icona pdf icona pdf icona pdf

CAMPACI SUL PODIO

Caldo torrido per il round 3 IGP disputato a Magione. Andrea Campaci è il più lesto allo start tra i piloti Academy e per tutta la gara ha seguito da vicino il battistrada Gabriele Gnani. In alcuni momenti della lunga gara (16giri) in effetti il quindicenne milanese ha avuto diverse occasioni per conquistare la leadership ma così non è stato. Un passo gara molto costante per lui e Gnani (1.17.40 – 1.17.70) ma non sufficiente a contenere l’attacco di Mirco Modesti che proprio nell’ultima tornata strappa la seconda piazza a Campaci e conquista il best lap con il crono di 1.17.04.

Discorso diverso per Alex Scorpaniti. Con un “lungo” alla curva Merzario, dovuta alla presenza di aria nella pompa freni, il quindicenne bolognese non riesce ad agganciare i diretti antagonisti. Simone Caccamo, in forza al team esterno Academy by Biagioli, non è mai entrato in gara. Il motore cambiato la notte precedente non è stato all’altezza del motore usato nelle precedenti gare.  

Appuntamento per il round 4 che si disputerà sul circuito del Mugello il fine settimana del 26 agosto 2018.

Ro.Ma.

LA Q1 E’ DI RONZONI E CAMPACI

Prima prova ufficiale all’insegna del caldo torrido. La pole provvisoria sfugge per una manciata di millesimi al capo classifica della 250Gp, Alessandro Pozzo (Yamaha team della Madonna). Il diciottenne torinese, arrivato a Magione con i segni di una fastidiosa allergia epidermica, ha tirato fuori le unghie tenendo in mano la pole fino al tredicesimo passaggio. Un coriaceo Ronzoni (Aprilia Nico Racing) la strappa al torinese proprio all’ultima tornata disponibile con il buon crono di 1.14.74. Bella prestazione dell’emiliano Daniele Scagnetti in sella ad una Honda che chiude questo podio virtuale con il tempo di 1.16.79. Lo svizzero Roger Heierli (Honda) a seguire con il crono di 1.17.39.

Andrea Campaci su Honda (Academy Igp) conquista la pole provvisoria con il crono di 1.17.54. Il milanese ha impressionato favorevolmente per l’ottimo passo costantemente al di sotto del 1.18.00. Mirco Modesti (Honda Berga E.E.) è molto vicino al quindicenne con il tempo di 1.17.61 ma il passo sembrerebbe meno costante. Chiude il podio provvisorio l’inossidabile Gabriele Gnani con l’ottimo crono di 1.18.10. Ovviamente il cesenate conquista la speciale classifica riservata alla velocità massima con 200,6 è davanti al bolognese del progetto Academy Igp Alex Scorpaniti (199,6) e al pilota Academy-Biagioli, Simone Caccamo (196). Il fiorentino, capoclassifica a punteggio pieno, è sembrato prendere le misure al tracciato perugino per poi staccare il suo best lap di 1.18.32.

Appuntamento per la seconda prova ufficiale domenica 15 luglio alle ore 9.25.

Sempre disponibile il servizio live-timing direttamente dalla home page del sito web www.250gp.it.

Ro.Ma.

CLASSIFICA ANALISI TEMPI
icona pdf icona pdf

A VARANO IL 4° TEST UFFICIALE ACADEMY

Il circuito Riccardo Paletti di Varano dè Melegari è stato selezionato per il test ufficiale della squadra Academy Igp. La pista che in passato ha accolto molte tappe del campionato italiano e della coppa italia, è stata un ottimo banco di prova per i quindicenni Andrea Campaci e Alex Scorpaniti. E’ stata selezionata per il test ufficiale proprio perché sconosciuta al duo Academy, è stato quindi naturale fare il confronto con i crono della tappa Igp del 2017.

Condizioni peggiori per questo test svolto il 1 luglio con temperatura al suolo di oltre 50 gradi ma che ha dato molti piacevoli riscontri. Dopo un’iniziale diffidenza i ragazzi hanno provato assetti e rapportature. Sul finire del test, iniziato alle 14.00, i rilevi crono hanno dato risultati eccellenti: Campaci fa suo il miglior crono con 1.14.10 lasciando sul giro secco 4 decimi al compagno Scorpaniti. Il passo molto simile tra loro si è attestato tra 1.14.50 e 1.14.80. Un plauso alle coperture Bridgestone Battlax Gp3 che non hanno mostrato alcun segno di cedimento nonostante le condizioni estreme.

Appuntamento con i ragazzi dell’Academy Igp per il 3° round del campionato Igp che si terrà a Magione il fine settimana del 15 luglio 2018.

POZZO E CACCAMO MITICI

Il secondo round titolato Gierre Group sarà ricordato a lungo per i continui colpi di scena. Allo start il più lesto alla prima curva è il poleman Ronzoni seguito da Tesori (250sp) e dallo svizzero Heierli. Nel corso della terza tornata il diciottenne Alessandro Pozzo su Yamaha arriva negli scarichi di Jarno Ronzoni e con un sorpasso da manuale inizia ad inanellare giri veloci. Un distacco che arriva a fine gara a 5 secondi. Best lap per il torinese con il crono di 1.23.47 che migliora così il crono della qualifica di oltre sei decimi. Terzo posto virtuale per il veloce Massimiliano Tesori su Aprilia 250sp, virtuale in quanto la classifica per classi vede comunque Roger Heierli ai piedi del podio della classe 250gp. Lo svizzero ha perso il confronto con il genovese Tesori per un guasto al cambio elettronico. Quarto e quinto posto rispettivamente per Luciano Valla e Teresio Isola ambedue su Yamaha.

Grande gara della classe 125gp. Posizioni invertite ad ogni passaggio per il quartetto composto da Simone Caccamo su Honda del Team Biagioli-Academy, Mirco Modesti del team Berga evolution e del duo Academy Igp Alex Scorpaniti e Andrea Campaci.

Caccamo con all’attivo la vittoria del primo round è arrivato sul circuito Tazio Nuvolari senza alcun test alle spalle. Un inizio in sordina aveva fatto presagire una gara anonima. Il fiorentino in gara non si è risparmiato e alla fine oltre alla vittoria conquista anche il best lap con il crono di 1.26.35. All’ultimo dei 15 giri previsti, sembrava che Scorpaniti potesse farcela a vincere ma con il gioco delle scie è stato sopravanzato da Modesti. Quarto posto per il milanese Campaci che nonostante qualche occasione nel corso della gara per mettersi tra Scorpaniti e Modesti è rimasto alle loro spalle praticamente seguendoli come un ombra. I quattro finiscono la gara con un distacco di 80 centesimi dal vittorioso Caccamo.

Per la speciale classifica wild card il podio è andato a Tesori, Amadei e Ricco’.

L’altra classifica riservata ai piloti Over il podio vede Ronzoni, Roger Heierli e Luciano Valla.

Da segnalare l’ottimo rendimento degli pneumatici Bridgestone Battlax  e l’ottimo partenariato tecnico di Magigas e Castrol.

Appuntamento al terzo round che si terrà a Magione il 14-15 luglio 2018.

Ro.Ma.

icona pdf icona pdf icona pdf
 ANALISI TEMPI CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSI

Sottoscrivi questo feed RSS