Questo sito utilizza i cookie per offrire un servizio migliore ai propri utenti.

itenfrdejasv

Gnani: il pilota, il costruttore

Nella storia delle due tempi, quello di Gabriele Gnani, più che un nome, è un’istituzione. Il “decano” romagnolo ha i motori nel DNA e ha vestito pressoché ininterrottamente, dal 1983, i panni di pilota e collaudatore, militando nei campionati mondiali, europei, italiani e molti altri ancora. Ad una sola condizione: che la sua moto vada a miscela.

“I quattro tempi sono dei bidoni, sembrano dei tosaerba, suonano male – ha ironizzato Gnani senza giri di parole – A me piacciono i motori che funzionano in ottica da corsa, non da agricoltura. Sono innamorato del due tempi perché è il motore che va più forte. Le Moto3, per fare un esempio, hanno dovuto aumentare la cilindrata a 250 per sostituire le vecchie 125 a due tempi. Se fossero un ottavo di litro, andrebbero poco più veloce di uno scooter. E comunque costano cinque volte di più”.

Da buon romagnolo, Gnani ha messo per la prima volta le mani al “mutor” a soli dieci anni. “Ma l’amore per le moto ce l’ho da quando sono nato – ha puntualizzato – Quando ero alle elementari, ho tentato di costruire un motore partendo dal pistone di un ammortizzatore. A 14 anni ho iniziato ad elaborare i ‘motorini’, costruendo pezzi per Minarelli. Ho sempre avuto una grande passione per le corse, sia per quanto riguarda l’aspetto sportivo che ingegneristico, ma allora non avevi facilmente accesso alle informazioni necessarie come invece capita oggi con Internet”. 

In questi casi, un allievo zelante trova un maestro. “Angelo Zanetti mi ha dato le basi e la prima moto per correre. Era cieco, ma ha aperto gli occhi a me. I miei non sapevano nulla né volevano che io corressi, quindi ho aspettato di avere 18 anni e poi ho iniziato nel campionato Italiano Junior, con una Derby 50, nel 1983”. 

Da allora, Gnani non si è più guardato alle spalle, affinando la sua “arte” in pista ed all’interno dei box. “Ho costruito diversi pezzi ed il primo motore 50 tutto mio, ma la Federazione ha introdotto la classe 80 per l’anno successivo. Ero disperato, senza soldi e senza moto. Quel motore ce l’ho ancora, ma non l’ho mai acceso”.

Lungi dall’alzare bandiera bianca, Gnani non si è perso d’animo, trovando il modo di correre. “Claudio Lusuardi mi ha venduto una 80cc con la quale ho vinto l’Italiano Junior, ma la moto aveva diversi problemi quindi ne ho nuovamente costruita una da solo. Però non mi hanno accettato l’iscrizione nel 1986. A Jerez, nel 1988, ho debuttato nel mondiale andando a punti, e da lì è iniziata l’avventura internazionale”. 

Un’avventura che lo ha portato a battagliare con “mostri sacri” delle piccole cilindrate. “Nel 1988 mi giocai la vittoria a Misano ed al Nürburgring. In entrambi i casi, l’ho persa per i doppiaggi. Chiusi il campionato in decima posizione, ed al quinto posto l’anno successivo. Dopo ho fatto solo gare internazionali perché, correndo su moto artigianali di mia realizzazione, dovrei iscrivermi come Costruttore ed è eccessivamente costoso”.

Nella sua vita (ha 51 anni) Gnani si è misurato contro avversari di età e provenienza diverse, ma uno di loro ha rappresentato una costante. “L’avversario più duro sono sempre stato io stesso – ha commentato – Corro sempre contro di me, gli altri piloti sono amici. Voglio sempre migliorare, da pilota e progettista. Se vinco una gara ma mi accorgo di aver girato più piano che in passato, per me è una sconfitta. Dopo 33 anni di corse, ancora sento di non aver capito niente. Ce ne vorrebbero altri 100, ma mi diverto più che mai”. 

Come dargli torto? Correre comporta una ridefinizione costante dei limiti, propri e della moto. E anno dopo anno, decimo dopo decimo, la ricerca di Gnani continua.

  • Letto: 7149 volte

2TS sotto esame

Giro di boa per la promozione del nuovo campionato di velocità 2T Special Trophy. Il tour di presentazione iniziato con la visita del laboratorio di Cristian Polverelli a San Marino ha gettato le basi per stabilire un contatto diretto con gli innumerevoli appassionati del 2T.  Un lavoro certosino, fatto di scambi di idee, analisi di proposte e valutazioni generali.Dopola presentazione di Genova (Scuderia Tesori) possiamo già tracciare un “identikit” del possibile partecipante: neofita, esperto di meccanica, partecipa a molte uscite stradali, una o due volte l’anno guida in pista.

Abbiamo notato che molti hanno in comune la perplessità di mettersi in competizione con altri appassionati. Il motociclismo è giustamente uno sport individuale ma il messaggio che deve passare è lo spirito di aggregazione innescato dalla comune passione per le moto a due tempi. Serate passate in allegria a condividere emozioni e impressioni della guida a 2T sono occasioni indimenticabili che marcano a fuoco ognuno di noi. Il travaso di informazioni dal più esperto che possa essere pilota affermato (piloti Igp) o blasonato preparatore trasforma ogni gara in manifestazione fieristica. Un luogo di riferimento per tutti gli appassionati 2tempisti stradaioli o corsaioli che siano.

Il calendario di 5 gare come i regolamenti,sono stati redatti con il pensiero di riunire i tanti seguaci. Ovviamente una proposta da un sapore racing di altri tempi può sembrare utopica agli occhi dei detrattori, ma noi ci crediamo e andiamo avanti. Siamo disposti anche a sacrificare la stagione 2018 sull’altare della promozione e dell’informazione. 

Con i prossimi due eventi in programma, 18 febbraio a Senago (Mi) e 25 febbraio a Pistoia (Scuderia Biagioli), faremo un sondaggio per capire quanti appassionati possano partecipare attivamente al 2T Special Trophy; Perché un sondaggio potrebbe portare a ridimensionare la proposta calendario e riconsiderare il 2018 come anno zero. Prendere una sola data del calendario e concentrare tuttele attenzioni su un'unica gara. Questa idea potrebbe essere l’alternativa per il 2018.

  • Letto: 240 volte

Modificato il calendario 2018

Il calendario 2018 subisce una piccola modifica. La tappa austriaca del Red Bull Ring è stata cancellata per dare modo ai piloti di avere più tempo per preparare il girone di ritorno. Quindi dal 3° round che si effettuerà a Magione, si tornerà  sul circuito del Mugello il 26 agosto e di seguito il 9 settembre in Croazia, circuito di Rijeka e chiudere il campionato il 7 ottobre a Varano dè Melegari.  Il campionato IGP 2018 si svolgerà su 6 diversi circuiti di cui 3 corti e 3 lunghi.

Ro.Ma.

  • Letto: 249 volte

2T Special Trophy 2018

Il campionato di velocità  2T Special Trophy è la nuova proposta del moto club IGP2T coadiuvata da Claudio Gesi. E’ un trofeo aperto a tutte le classi e categorie di moto a due tempi di serie, special e Gp a partire dalla cilindrata 125cc. Affiancherà molte delle date in calendario del campionato IGP pur avendo un proprio spazio: 2 prove ufficiali e 1 gara in esclusiva. Questo trofeo è indirizzato a tutti i possessori di moto a due tempi, senza alcun vincolo tecnico purché nel rispetto delle condizioni imposte dal RTGS. I Piloti iscritti permanenti supporteranno con la loro adesione questo nuovo progetto di valorizzazione del 2 tempi. Questo impegno avrà in corrispettivo una riduzione del costo iscrizione, accesso ai contributi tecnici sia come kit di benvenuto che come arrivo in classifica. Le wild card non prenderanno i punti di classifica per gara e non saranno classificati nella classifica finale, saliranno sull’eventuale podio di ogni gara, ritireranno il premio ma non l’eventuale contributo tecnico. Assodato il carattere e lo spirito di questo particolare campionato saranno stilate classifiche con criteri di bellezza, innovazione, abilità oltre alla tradizionale classifica assoluta; una terna di delegati del moto club IGP2T sarà preposta alla selezione. Il campionato sarà “a gomma libera” quindi nessun obbligo d’acquisto. Si potranno acquistare pneumatici Bridgestone Battlax su prenotazione presso l’hospitality del moto club IGP2T. In questo campionato si potrà competere con la licenza velocità Fmi del costo di 150 euro. Questa licenza con la relativa tessera Member Fmi potrà essere richiesta a qualsiasi moto club d’Italia oppure direttamente al moto club IGP2T. Per le gare all’estero si dovrà richiedere la “Start Permission” alla Fmi. Possibilità di rinuncia con rimborso totale dell’iscrizione con comunicazione via mail entro il 30 marzo 2018. I piloti del campionato IGP di qualsiasi cilindrata potranno partecipare al campionato 2T Special Trophy solo con moto Special che non abbiano componenti del motore della tipologia GP. Deroga per quei piloti che certificano i loro best lap dei circuiti del calendario con un crono non inferiore a:  (Magione: 250Gp 1.21.00-  125Gp 1.22.00 250 Sp 1.23.00 / Vallelunga: 250Gp 1.58.00 125Gp 1.59.00 250Sp 2.00.00 / Mugello: 250Gp 2.15.00 125Gp 2.17.00 250Sp 2.18.00). Le false certificazioni comporteranno la non accettazione dell’iscrizione o l’estromissione dalla classifica di gara senza esclusione di eventuali azioni di rilevanza legale.Vedi regolamento tecnico e sportivo.

MODALITA' ISCRIZIONE PER LA STAGIONE 2018

L’iscrizione permanente al Trofeo ha un costo come di seguito elencato (il costo comprende le tasse federali) e comprende un kit omaggio di accessori per un valore totale pari ad euro 100 e un kit abbigliamento racing. Ai piloti che indosseranno il kit abbigliamento a tutte le gare, sarà consegnato un buono sconto pari ad euro 5 per gara da utilizzare per l’eventuale acquisto degli pneumatici Bridgestone venduti dal moto club IGP2T o per il servizio di montaggio gomme.

 A tutti si ricorda inoltre la possibilità di scaricare-stampare gratuitamente tutti i comunicati e le foto degli archivi dal sito www.250gp.it per eventualmente organizzare una rassegna stampa dettagliata della stagione agonistica. Si invita a prendere visione del regolamento sportivo e tecnico.

2T SPECIAL TROPHY 2018 - KIT PRODOTTI E SERVIZI

L’iscrizione 2018 comprende: Eventi previsti: n 5 (cinque) su 2 giorni (Rjieka 3 gg): prove libere facoltative a pagamento, 2 prove ufficiali di 20min, gara di 8/10 giri 

- Partecipazione al titolo di “moto più bella”- “moto più innovativa”- “campione di abilità”- “campione assoluto” 2018 – Partecipazione all’assegnazione (non 250Gp) del buono omaggio “iscrizione al campionato 2T Special 2019” (riservato al campione di abilità) - Ammissione alla Start List - Servizio cronometraggio e distribuzione tempi di qualifica e di gara  -  Pass che saranno consegnati al pilota gara per gara all’interno della sua busta pilota - Spazio paddock per automezzo assistenza e tenda officina - Partecipazione assegnazione premi di merito attraverso le varie classifiche vedi regolamento sportivo.

Tasse gara Fmi ed iscrizione al trofeo 2T Special Trophy

Abbigliamento paddock ufficiale, comunicati stampa, report gare ed immagini/video attraverso i canali ufficiali del moto club IGP2T

Contributo in prodotti tecnici del valore di euro 100 consegnato alla prima gara

CONTRIBUTO ISCRITTI AL CAMPIONATO 2T SPECIAL TROPHY 2018

Permanenti:                            1250 € (500 al 21.01.18 Bike Expo’- € 500 al 15.3.18-50 € ogni gara)

Wc italiani:                               290 € (circuiti corti) 350 € (circuiti lunghi)

Wc stranieri                              240 € (circuiti corti) 290 € (circuiti lunghi)

MODALITA’ DI PAGAMENTO

La richiesta di iscrizione, per essere ritenuta valida, deve essere completa di tutti i dati ed accompagnata dai versamenti previsti:

 IMPORTO TOTALE IN UNICA SOLUZIONE euro 1.250,00 (milleduecentocinquanta/00) non imponibile iva - contestualmente all’iscrizione

oppure: 

 1°ACCONTO Entro il 21/01/2018 c/o fiera Moto Bike Expo’ - allegato all’invio della presente modulistica (I piloti che non avranno versato l’acconto NON avranno diritto al ritiro del kit di iscrizione)  € 500,00 (cinquecento/00)

 SALDO entro il 15/03/2018  € 500,00 (cinquecento/00) (I piloti che non avranno versato il saldo NON avranno diritto alla partecipazione alle gare del trofeo)

Ad ogni gara  € 50,00 (cinquanta/00) al ritiro della busta pilota.

 La contabile per il pagamento del 1° acconto deve essere obbligatoriamente allegata alla richiesta di iscrizione e anticipata per mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Per il saldo è necessario inoltrare copia dell’avvenuto pagamento a mezzo e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario indicando il nome e cognome del pilota.

MOTO CLUB IGP2T A.S.D. BANCA CARIGE IT02L 06175 03260 000 000 908280 SWIFT CRGEIT

 


 MODULISTICA DA SCARICARE PER L'ISCRIZIONE AL CAMPIONATO O COME WILD CARD.

ISCRIZIONE AL CAMPIONATO

icona-pdf
ISCRIZIONE WILD CARD PDF
  • Letto: 2508 volte

Campionato International Grand Prix 2018

Per la stagione 2018 le classi 125 GP, 250 SP, 250 GP, 500 GP, 500 Special correranno accorpate ma con classifica separata. I piloti della classe 500Gp correranno solo nei circuiti “lunghi” che per la stagione 2018 sono 3. I Piloti iscritti permanenti supporteranno con la loro adesione il campionato IGP. Questo impegno avrà in corrispettivo una riduzione del costo iscrizione, accesso ai contributi tecnici sia come kit di benvenuto che come arrivo in classifica.Le wild card non prenderanno i punti di classifica per gara, non saranno classificati nella classifica finale, saliranno sull’eventuale podio di ogni gara, ritireranno il premio. Di conseguenza i punteggi di classifica gara scaleranno ai piloti permanenti.  Nel caso alla prima gara non siano presenti 5 iscritti permanenti di una stessa classe, la stessa sarà annullata quindi non ci sarà una classifica finale. Tutte le classi sono libere da vincoli tecnici fatto salvo il regolamento tecnico FMI e RTGS. Per le classifiche finali saranno presi in considerazione tutti i risultati delle gare del campionato. Per questo campionato  la licenza Fmi deve essere del tipo Elite che può essere usata anche nelle gare della serie 2T Special salvo limitazioni sportive (vedi limitazioni in “come iscriversi a 2T Special Trophy).

MODALITA' ISCRIZIONE PER LA STAGIONE 2018

1 - Per la stagione 2018 il contributo dei piloti 125-250-500 è di € 1600,00 (gommati Bridgestone) oppure € 2080,00 (gomma libera) che comprende le tasse federali FMI, un kit di prodotti racing del valore di € 150,00, e un kit abbigliamento paddock esclusivamente per gli iscritti permanenti . Ai piloti che indosseranno il kit abbigliamento a tutte le gare, sarà consegnato un buono sconto pari ad euro 5 per gara da utilizzare per l’eventuale acquisto degli pneumatici Bridgestone venduti dal moto club IGP2T o per il servizio di montaggio gomme  . Il pagamento è suddiviso in n. 2 rate (con scadenza 21.01.18 Bike Expò – 15.03.18). Il mancato rispetto delle scadenze farà perdere il kit .I piloti che si iscriveranno per la prima volta al campionato potranno usufruire del kit prodotti anche dopo il termine del 28.02.18 (fino ad esaurimento scorte).

2 - Possibilità di rimborso totale al pilota che intenda rinunciare al campionato, dopo aver pagato la quota, mediante comunicazione mail entro la data del 30/03/18 (come da regolamento FMI);

4 – Per la stagione 2018 i piloti delle classi 125 GP e 250 SP/GP potranno scegliere se utilizzare gli pneumatici Bridgestone esclusivamente acquistati dal moto club IGP2T oppure “gomma libera”. La scelta di utilizzare gli pneumatici Bridgestone comporta una riduzione sul costo dell’iscrizione (permanente o wild card, vedi tariffario). Il prezzo del treno di pneumatici per le classi 250 SP e GP sarà di €306,00 ; per la classe 125 GP € 283,00 (salvo sensibili variazioni alla fonte) e le coperture punzonate saranno vendute esclusivamente su prenotazione dal Moto Club IGP2T. I piloti inadempienti verranno esclusi dalla classifica provvisoria. I piloti della classe 500 GP correranno con gomma libera.

5 - Clausola obbligatoria per tutti gli iscritti e le wild card:delle classi 125 GP-250 SP-GP che scelgono il mono gomma Bridgestone: per ogni gara obbligo d’acquisto per tutti di n.1 treno di gomme Bridgestone al prezzo stabilito 250 SP-GP (306,00 €- posteriore 178-anteriore 128) e 125 GP (283,00 € - posteriore 176 – anteriore 107). Salvo variazioni dell’ultimo listino. La vendita sarà esclusivamente gestita su prenotazione dal Moto Club IGP2T. Il servizio del montaggio avrà un costo di € 7 a cerchio.

6 - In caso di assenza alla gara o di non acquisto degli pneumatici, gli iscritti al campionato e le wild card (scelta Bridgestone) dovranno versare a titolo di penale la somma di € 80,00 ( € 60,00 post. € 20,00 ant. ) direttamente al moto club IGP2T.

7 - A tutti si ricorda inoltre la possibilità di scaricare-stampare gratuitamente tutti i comunicati e le foto degli archivi dal sito www.250gp.it per eventualmente organizzare una rassegna stampa dettagliata della stagione agonistica.

8 - I pagamenti vanno effettuati a mezzo bonifico bancario indicando la causale e il nome del pilota.

9- Si invita a prendere visione del regolamento sportivo  e tecnico.

IGP 125-250-500  2018 - KIT PRODOTTI E SERVIZI

L’iscrizione 2018 comprende:

Eventi previsti: n. 6 (sei) su 2 giorni (Rjieka e Mugello 3 gg): prove libere facoltative a pagamento, 2 prove ufficiali di 20min, gara di 10/16 giri  warm up dove concesso. La classe 500Gp correrà su 3 eventi (circuiti lunghi-Vallelunga,Mugello,Rijeka)

- Partecipazione al titolo di “Campione 125 Gp” “Campione 250 Sp” “Campione 250 Gp” “Campione 500 Gp” 2018 -  Partecipazione all’assegnazione del buono omaggio (classe 125 Gp)  “iscrizione al campionato IGP 2019” (non cedibile) - Partecipazione all’assegnazione di n.1 treno di pneumatici Bridgestone omaggio al “Debuttante –Rookie” del 2018 della classe 125 Gp – Partecipazione all’assegnazione di n.1 treno di pneumatici Bridgestone omaggio al campione 250 Gp – Partecipazione all’assegnazione di n.1 treno di pneumatici Bridgestone omaggio al campione 250 Sp - Ammissione alla Start List - Servizio cronometraggio e distribuzione tempi di qualifica e di gara  -  Pass che saranno consegnati al pilota gara per gara all’interno della sua busta pilota - Spazio paddock per automezzo assistenza e tenda officina - Partecipazione assegnazione premi di merito attraverso le varie classifiche; tasse gara Fmi (250€ corti e 300€ lunghi) ed iscrizione al campionato IGP 125-250-500. Abbigliamento paddock ufficiale, comunicati stampa, report gare ed immagini/video attraverso i canali ufficiali del moto club IGP2T.

 Contributo in prodotti tecnici del valore di euro 150 consegnato alla prima gara

CONTRIBUTO ISCRITTI AL CAMPIONATO IGP 2018

Permanenti: (con acquisto Bridgestone)       1600 € (800 al 21.01.18 - € 800 al 15.03.2018

Permanenti: (gomma libera)                          2080 € (1080 al 21.01.18 - € 1000 al 15.03.18)

Wc italiani: (con acquisto Bridgestone)          290 € (circuiti corti) 350 € (circuiti lunghi)

Wc stranieri (con acquisto Bridgestone)         240 € (circuiti corti) 290 € (circuiti lunghi)

Wc italiani e stranieri con gomma libera       + 80 €

Il pagamento delle wild card deve essere effettuato entro 5 giorni dalla richiesta/approvazione a mezzo bonifico bancario con invio della contabile alle seguenti coordinate bancarie:

MOTO CLUB IGP2T A.S.D. BANCA CARIGE IT02L 06175 03260 000 000 908280

SWIFT CRGEIT


BROCHURE CAMPIONATO - WEB

BROCHURE CAMPIONATO - ALTA QUALITA' PER LA STAMPA


 MODULISTICA DA SCARICARE PER L'ISCRIZIONE AL CAMPIONATO O COME WILD CARD.

ISCRIZIONE AL CAMPIONATO

icona-pdf
ISCRIZIONE WILD CARD PDF
  • Letto: 9074 volte

IGP - 2T SPECIAL: CALENDARIO 2018

Presentata la stagione sportiva a Roma presso il forno Maurizi, supporter di #33 Michele Forcella. Numerosi i due tempisti intervenuti dal presente e dal passato: Andrea Calenzo, Claudio Gesi, Marco Carnevale, Max Dagnano, Alberto Ieva, Uccio Milizia, Massimo Brutti.

Durante la presentazione sono stati ripercorsi alcuni passaggi sulle azioni promozionali del sodalizio laziale: il progetto Academy con le sue prove gratuite in pista con l’obiettivo di far conoscere ai giovanissimi ed ai neofiti della Gp le indiscutibili doti propedeutiche e la grande soddisfazione che si prova a guidare una vera moto da competizione. L’ingresso della classe 500 Gp e Special nel campionato IGP, atto dovuto nei confronti del produttore elvetico Suter (500mmx) e di tutti i piccoli artigiani come Polverelli, Carlo Verona, Roberto Pattoni che spinti dai tanti followers avranno ora un nuovo obiettivo: scendere in gara!

Presentato ufficialmente il nuovo campionato 2T Special. La nuova serie promossa dal toscano Claudio Gesi e organizzata dal moto club IGP2T, è dedicata ai possessori di moto Special derivate dalla serie, Gran premio, di nuova concezione, senza alcun vincolo tecnico. In questo campionato saranno protagoniste le opere uniche dei vari artigiani preparatori ormai numerosi nel territorio nazionale. Rivedremo certamente in pista i grandi maestri telaisti come Golinelli o Moretti darsi “battaglia” a suon di innovazioni ma anche progetti alternativi come quello della Vins avranno il loro spazio. Oltre alla competizione classica, saranno stilate classifiche in base al livello di innovazione, bellezza, abilità. Una terna di delegati eletti dal sodalizio sarà preposta al giudizio delle caratteristiche peculiari. A breve saranno pubblicati i dettagli. L’azione promozionale viene evidenziata anche dal particolare corrispettivo del costo licenza Fmi che per il 2018 sarà di 150 euro. Una apposita sezione del sito web www.250gp.it sarà dedicata alla nuova serie con archivio classifiche, breaking news, elenco iscritti e loro schede, archivio fotografico e video. 

Presentato il calendario gare 2018: start da Roma autodromo di Vallelunga il 13 maggio; 17 giugno al Tazio Nuvolari di Cervesina; 15 luglio al Borzacchini di Magione; 4 agosto in Austria sul circuito Red Bull Ring ex Zeltweg (una settimana prima della MotoGp) prove libere e ufficiali al venerdì e gara il sabato; 26 agosto al Mugello (solo per IGP) e chiusura in Croazia sul circuito di Rjieka il 9 settembre (in concomitanza con il mondiale side car). Previste quindi 6 gare per IGP e 5 per la nuova serie 2TSpecial. Per i circuiti esteri saranno ammesse le licenze nazionali o la “One event” munite della “Start permission”.

Ro.Ma.

  • Letto: 2960 volte

Michelotto: il tornitore - il pilota

Michelotto è una figura quasi "leggendaria" nel mondo del web, ricercato dagli utenti nei vari forum e social network, per le sue famose valvole di scarico e testate  per Rs ed Rgv 250. Non tutti riescono a mettersi in contatto con lui, il numero di telefono lo hanno in pochi, non ha un sito internet come le grandi aziende. Poi, come tutte gli argomenti che passono di bocca in bocca, o meglio dire di tastiera in testiera, si creano miti e leggende su chi sia. Ma quindi, chi è Giuseppe Michelotto?

Sicuramente un grande appassionato, che dal 2011 corre nel campionato organizzato da Marchetti, e che provando e testando è riuscito a ricreare pezzi di gran pregio per le ottavo e le quarto di litro.

Nato il 3 Dicembre 1971, vive e lavora a Padova, come tornitore. Ed è da qui che parte la sua storia: "Quella per i due tempi è una passione che coltivo fin da ragazzino. La mia prima moto fù una Cagiva Freccia 125. Era una moto veramente valida, la usavo per tutto, ci ho fatto viaggi, ho imparato a mettere le mani sul motore. Però ci ho fatto anche tanti incidenti..." Ma la cosa non ti ha fermato a quanto pare: "Diciamo che dopo un pò smisi di correre per strada, e cominciai ad affacciarmi al mondo dei circuiti. Iniziai col Motoestate in sella ad una Suzuki Rgv 250, passai successivamente all'Aprilia Rs 250." Per problemi di salute,  hai in seguito interrotto la tua attività di pilota, abbandonando per circa un anno e mezzo le piste: "Dopo essere stato tanto fermo, la voglia di ricominciare era troppo forte, così nel 1998 mi iscrissi all'Aprilia Challenge, sempre in sella alla Rs 250.Ed è in questi anni che è nata l'idea di produrre le famose valvole da solo: "Durante le corse succedeva spesso di rompere le valvole di scarico, non solo a me, ma anche ad altri concorrenti. Ed a volte i danni causati in seguito alla rottura erano gravi: capitava che il pezzo di valvola rotta cascasse dentro il cilindro, puoi immaginare le conseguenze. Cosi, grazie alla mia esperienza di tornitore, mi misi a fare dei test utilizzando materiali più morbidi, che si adattassero meglio all'uso. Iniziai a lavorare su questa cosa intorno al 2000, poi nel 2005 ho iniziato a farle su richiesta, dopo averle testate e migliorate nel corso del tempo. Poi dalle valvole sono passato alle teste e cosi via".

In contemporanea porti avanti la tua attività in pista, parallelamente al lavoro: "Dal '98 in poi ho fatto sempre trofei amatoriali con l'Sp, ma una volta, mi sembra nel 2008, provai una 250 Gp. Il passaggio non fù certo facile, ma quando iniziai a capirla non me ne sono più staccato." Non a caso ti stai dedicando anche alla creazioni di pezzi per le Gp: "Sto cercando di fare pezzi sia per le Honda che per le Aprilia. Sono diventate moto di nicchia, ed è un peccato perchè sono le vere moto da corsa. I pezzi iniziano ad avere costi alti e non è più facile trovarli come qualche anno fa." L'abbandono del 2 tempi da parte delle Case non rende certo la vita facile, agli amanti del due tempi, ma persone come Michelotto sono l'esempio che il 2 tempi può continuare a vivere. Tutto per passione.

  • Letto: 8409 volte

VINS all'EICMA

La Vins s.r.l. si propone da quest’anno come la nuova start up innovativa nonchè casa costruttrice di motociclette molto particolari. A seguito dell’esperienza maturata negli ultimi anni presso l’universo Ferrari Auto abbiamo di comune accordo preso coraggio e deciso di separarci. Questo ci ha consentito di fondare già da marzo 2017 questa nuova realtà a Maranello, nel cuore della Motor Valley Italiana.

Il prodotto presentato si compone di due versioni: Vins Duecinquanta e Vins Duecinquanta Competizione. Entrambe le moto godono di soluzioni tecniche innovative, mai viste tutte insieme su un’unica motocicletta, dal telaio monoscocca portante in fibra di carbonio al motore due tempi ad iniezione elettronica. Anche dal punto di vista ciclistico non mancano le novità: la sospensione anteriore si avvale di un sistema a doppio braccio con monoammortizzatore, mentre al posteriore è previsto un monoammortizzatore posizionato trasversalmente a doppia attuazione. Tutte queste caratteristiche rendono il prodotto offerto assolutamente esclusivo: la produzione, in serie limitata, è prevista per l’anno 2018; una parte di essa è costituita da esemplari già preordinati dai futuri proprietari.

La Vins Duecinquanta, in versione stradale, costituisce il punto di ingresso alla gamma avvalendosi di un peso in ordine di marcia che già costituisce un assoluto punto di riferimento per le moto di pari cilindrata e pari categoria: parliamo di soli 95 Kg. La potenza del motore al momento non è definita e verrà resa nota con l’immisione sul mercato. La Vins Duecinquanta Competizione è votata alla pura performance: in questo caso il peso in ordine di marcia non supera i 90 Kg, mentre lo stesso valore vale per la cavalleria ottenendo così un rapporto peso/potenza pari a 1. La filosofia che sta alla base di ogni modello e versione riguarda la ricerca assoluta della leggerezza, dell’efficenza e dell’efficacia su strada ed in pista, per garantire all’utente finale un divertimento continuo che non prevede affaticamento. Ad ogni imput del pilota corrisponde una pronta reazione del mezzo secondo quanto desiderato, rendendo le moto istantanee nelle risposte, comunque sempre sincere nonchè sicura in ogni situazione.

  • Letto: 1265 volte

500GP entra nel campionato

La classe regina entra nel campionato International Grand Prix. Un atto dovuto a completamento di un percorso di recupero del 2T da corsa.

Il mondo racing fatto di ex piloti, piloti, meccanici, appassionati è orfano del 2 tempi. Persino piloti del motomondiale le rimpiangono. L’apertura alla 500gp, sottoposta al settore tecnico della federazione italiana per l’approvazione ufficiale, è un passo decisivo per la rivalutazione dell’intero comparto del 2T.

Una moto come la Suter MMX500 avrebbe un campionato di riferimento su circuiti all’altezza del blasone. Un piccolo costruttore come Cristian Polverelli avrebbe un motivo in più per confrontarsi e migliorare il suo già valido progetto. Ma anche le meravigliose repliche di Alex Arletti potrebbero trovare il loro spazio. E le varie special prodotte in Italia da Fabio Dri e Ludovico Gonella avrebbero una possibilità veramente racing di mostrare il loro potenziale.

Per rendere sicura la convivenza tra le tre classi, 125-250-500, viene sacrificata la piccola ottavo di litro sport production e la presenza della 500 potrebbe essere limitata ai soli circuiti internazionali.

Ro.Ma.

  • Letto: 11079 volte

Nuova veste grafica per IGP

Una nuova veste grafica per identificare il campionato International Grand Prix riservato alle moto a due tempi. Un lungo studio grafico ha portato a questo risultato: un logo riconoscibile, pochi colori e varie possibilità applicative. Un segno ancora più identificativo è la presenza nel logo del “2 T”.

Un manuale di uso grafico è disponibile in sede.

Ro.Ma.

  • Letto: 589 volte
Sottoscrivi questo feed RSS