Questo sito utilizza i cookie per offrire un servizio migliore ai propri utenti.

itenfrdejasv

Q1: prova di forza di Binucci

  • Letto 1891 volte
  • Print Friendly and PDF
  • Video
In evidenza Q1: prova di forza di Binucci
Vota questo articolo
(1 Vota)
Il perugino – unico sotto i 2’01 – davanti a Ronzoni e Favalli.
 
Patrizio Binucci si è aggiudicato la Q1 del sesto round del campionato International Grand Prix, di scena nella prestigiosa cornice del Mugello Circuit. Il perugino, chiamato alla difficile ma non impossibile impresa di recuperare 11 punti di svantaggio dal capoclassifica Jarno Ronzoni, si è imposto nettamente nel turno del mattino grazie ad un best lap da 2’00.262. Un colpo di reni dato in regime di bandiera a scacchi, che non ha ammesso repliche da parte degli inseguitori. 
Nonostante abbia dovuto effettuare un paio di sorpassi perdendo un po’ di tempo in salita in uscita dall’Arrabbiata II, mi è venuto un buon tempo – ha dichiarato il numero 77 a caldo – Girare in 1’59 resta difficile ma credo sia alla nostra portata. Ci riproverò nel secondo turno”.
 
Secondo tempo per Ronzoni, staccato di +1.386 ma comunque fiducioso. “Ho trovato traffico, facendo solo un paio di giri puliti, e come sempre sono partito cauto – le parole del leader in classifica – Potevo sicuramente fare meglio, vedremo nel pomeriggio, ma penso innanzitutto al campionato”.
 
Il turno è stato inizialmente dominato dalla wild-card Paolo Favalli, che ha chiuso con il terzo tempo (+1.743) dopo aver trovato immediatamente un passo di 2’02 basso prima di rientrare anzitempo ai box. “Non sapevo di essere in pole provvisoria, sia io che la squadra siamo molto contenti – ha commentato – Ieri ero nervoso, ma ho ottenuto un tempo che più o meno rispetta le mie aspettative”.
 
Seguono, leggermente più attardati, Tesori, Heierli, Hartmann, Michelotto, Becker e Persson. In decima posizione assoluta, Gnani comanda la classifica della 125GP davanti a Marchetti (12º) e la giovanissima wild-card Pozzo (16º e penalizzato da un problema al radiatore dopo soli due giri). 
 
In tredicesima posizione, il toscano Linari si conferma il pilota da battere nella 250SP, dove comanda la classifica con 24 punti di vantaggio su Petrini (17º). Terzo posto di categoria per Parente (24º). 
 
Appuntamento alle ore 18:50 per il live timing della Q2.

Video