Questo sito utilizza i cookie per offrire un servizio migliore ai propri utenti.

itenfrdejasv

Academy Gp buona la prima

  • Letto 2359 volte
  • Print Friendly and PDF
In evidenza Academy Gp buona la prima
Vota questo articolo
(1 Vota)

È stato oggi sabato 19, nel circuito di Misano, la prima giornata di test in sella alle Honda Rs 125 Gp per i due giovani piloti dell'Academy. La prima volta c'è sempre un pò di emozione, la scoperta di qualcosa di nuovo, ma Davis Castellani e Niko Barani si sono comportanti egregiamente nei 3 turni di prove. Non eccedendo o rischiando, ma procedendo piano, a piccoli passi, per poi migliorare, come è giusto che sia.

Inizio un pò in salita per Davis, ma comprensibile visto che è la sua prima volta a Misano. Nel 1° turno di prove libere ha potuto effettuare pochi giri, a causa di uno spegnimento della moto. Ha fatto registrare 2'04''36 come tempo migliore, scendendo da quello iniziale di 2'23''53.

Miglioramento nel 2° turno: chiude il turno con il passo di 1'56 nel soleggiato primo pomeriggio.

Il miglior crono si registra al 3° turno, delle 16, ha abbassato il suo tempo ad 1'56'77, facendolo risultare il migliore della sua giornata.

"Inizialmente ero disorientato", afferma un Davis visibilmente soddisfatto. "E' stata la mia prima volta a Misano. Quando sono salito sulla moto, al 1° turno, non riuscivo a controllare bene la moto, ma già nel 2° turno avevo più feeling. In entrambi i turni ho avuto qualche problema in frenata, ma quando la pinza si metteva a lavorare correttamente riuscivo a recuperare qualcosa."

Nel 2° turno hai fatto segnare 1'56, che è stato il tuo tempo più basso di tutta la giornata: "si, li ho fatto un buon giro, la moto la sentivo bene ed ho avuto la fortuna di trovare davanti a me Niko; ho preso un pò di scia e guardato le sue traiettorie". Quali sono le maggiori differenze che hai riscontrato tra l'Sp e la Gp? "se dovessi trovare dei pregi e dei difetti, direi che la Gp ha da parte sua la velocità e la manegevolezza. E questo mi è piacuto molto, ha un ottimo rapporto peso/potenza. Per contro invece, l'ho travata più bassa rispetto all'Sp, e quindi devo adottare una posizione più rannicchiata, che mi rimane un pò scomoda. Ma sono sicuro che è questione di abitudine".

Niko invece aveva già avuto l'opportunità di girare a Misano con l'Sp quindi, conoscendo la pista, i suoi tempi sono stati un pò più bassi del suo compagno di squadra. Nel 1° turno ha fatto registrare 1'54, ma un lungo ha rovinato la media "la pista la ricordo bene, ma la moto è totalmente differente dalla Sp. Ho voluto provare a staccare più tardi e per questo ho fatto un lungo, ma va bene perchè alla fine devo imparare a conoscere i comportamenti della moto, anche al limite".

Nel 2° turno invece i tempi hanno ondeggiato tra 1'56 e 1'54, confermati anche del 3° turno di prove libere. Una costanza importante che è proprio quella che il pilota cercava: "nel 2° turno ho avuto più tempo per capire come utilizzare al meglio le marce ed il comportamento delle sospensioni. Non ho voluto spingere troppo, ho preferito approcciarmi più tecnicamente per capire come dosare la frenata e l'apertura del gas in uscita di curva."

Nel 3° turno comunque hai girato negli stessi tempi del 2°, con il tempo più basso di 1'54''10: "si, ho puntato molto sul passo. Fare un giro veloce vuol dire poco, quello che conta è avere prestazioni costanti. Il rendimento della moto non cala ma la fatica la sento, sopratutto a fine giornata. Devo prendere il via, non solo per il giro secco ma anche per sviluppare durata e resistenza".

Niccolò Bellarmino